Home arrow letture arrow indagini arrow DOMANDA: Come andrebbero illuminate le città? Come vorreste che fossero illuminate?
lunedì 26 ottobre 2020
Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Le Virtù Terapeutiche dei Frullati Verdi
News
Romano Baratta
Newsletter






iscriviti alla newsletter
DOMANDA: Come andrebbero illuminate le città? Come vorreste che fossero illuminate? PDF Stampa E-mail
Scritto da Romano Baratta   

Gentili lettori, vi pongo questa domanda per cercare di comprendere come andrebbero illuminate le città e come vorreste che fossero illuminate, in modo da aprire una discussione seria e proficua. La discussione è aperta a tutti, sia professionisti che semplici cittadini. Vi chiedo solo di indicarlo, in modo da comprendere meglio il vostro intervento. Qualsiasi indicazione è ben accetta, sia dal punto di vista tecnico che estetico nonché sociologico e antropologico.

Grazie.

COME ANDREBBERO ILLUMINATE LE CITTA'?

COME VORRESTE CHE FOSSERO ILLUMINATE?

 

Commenti  

 
0 #7 Gianluca Bronzini 2014-07-01 15:59
Provo ad inserirmi in questi argomenti, assai interessanti per la cultura della mia professione di Light Designer, una denominazione così bella nella pronuncia e nel suono, ma sottolineo, come spesso fanno tutti i colleghi professionisti, non è riconosciuta e non rispettata, infatti si lega allo studio che svolgono per le illuminazioni stradali, esterne... grandi città bellissime, piccoli borghi, piccoli paesi i miei occhi attenti rimangono sempre molto delusi... viviamo in un paese di grande cultura e soprattutto di grande storia, quella storia che vediamo in ogni angolo delle città è sempre spenta ... se la vediamo accesa, per noi addetti ai lavori, ci delude... basta poco... basta crederci...
Citazione
 
 
0 #6 Tania Rossini 2014-04-23 14:04
Citazione Maurizio:
Visto che l' argomento è l' illuminazione pubblica mi permetto di fare in apertura questa critica: ma chi ha progettato questi apparecchi a led per illuminare le strade che SOLE sta piazzando nei comuni, sono i peggiori prodotti mai visti, abbaglianti, quando transito con l' auto devo abbassare le alette parasole perchè l' abbagliamento è considerevole, per non parlare del colore della luce bianca che ricorda una nebbia perenne, usare una tonalità un po' più calda? Per non parlare poi del design orribile! Mi sembra che invece di migliorare nell' illuminazione pubblica si vada indietro; vedo anche o un' illuminazione esagerata o carente, ci sono ancora vie con lampade a vapori di mercurio, inaudito.
Concordo nell' utilizzo dei led nell' illuminazione, sia pubblica che privata perchè darà indubbiamente dei vantaggi, dai consumi contenuti alle manutenzioni ridotte con un migliore rispetto per l' ambiente.
Ma è fondamentale che si crei e si enfatizzi con la luce perchè oggi nei centri urbani delle città sia grandi che piccole vedo solo luce "piatta", manca l' emozione, la luce deve vivere facendo apprezzare anche il piccolo centro del paese di periferia e questo può concretizzarsi solo con una luce progettata e concepita correttamente, ecco perchè
Voi PROFESSIONISTI DELLA LUCE dovete intervenire, essere più forti, unirvi, fare campagne di divulgazione, per evitare che i comuni si affidino alla SOLE per i progetti, (questo monopolio deve finire)con conseguenti risultati scadenti e prodotti spesso di qualità medio/bassa dove il design latita.
Un piccolo appunto, anche la L.R.17 ci mette comunque del suo, per rendere la luce molto povera e priva di effetti, ma qui ci sarebbe da aprire un altro dibattito


IGuzzini per ENEL sole e si chiamano Archilede.
E concordo, fanno pena!
Citazione
 
 
+1 #5 Stefano Rosset 2012-11-22 23:39
Non di certo come Milano, che nonostante gli ingenti investimenti economici degli ultimi 10 anni, nonstante il coinvolgimento di light designer e di Direttori Artistici, non si è mai riusciti a pianificare una linea guida efficace per la realizzazione degli impianti e anche quando si è tentato di realizzare qualcosa di "simile" ad un PRIC il tentativo è stato vanificato dalle volontà dell'Amministrazione Pubblica........e' triste dirlo ma una città come la mia ha perso una grandissima occasione ed ora non ci sono più soldi ne volontà per realizzare qualcosa di bello....
Citazione
 
 
0 #4 Romano Baratta 2012-11-19 20:31
Salve sig.ra Nadia,
la ringrazio per il commento.
Effettivamente questo sistema di gestione dell'illuminazione pubblica è proprio poco funzionale. Non so come potrebbe prendere piede nelle nostre città. E' sicuramente preferibile un sistema orario di riduzione dei flussi e delle accensioni.
Citazione
 
 
0 #3 Nadia 2012-11-17 19:03
Egregi Signori,
mi permetto commentare il vostro articolo essendo da poco tempo venuta a conoscenza di un esperimento avvenuto in una cittadina tedesca.
A Dorentrup hanno applicato uno spegnimento della luce stradale durante le ore notturne, vi è tuttavia la possibilità da parte dei cittadini, dotati di un cellulare, di accendere per tempi brevi le strade che percorrono tramite dei codici che corrispondono alle varie vie.
Premettendo che la sottoscritta non è di giovane età, mi potrei definire parte di quella generazione che subisce l'arrivo della tecnologia ed a cui non riesce bene ad abituarsi, tra problemi di vista, non sempre è semplice digitare un numero sul telefonino, e questioni di praticità, mi chiedo come farei io se anche la mia città applicasse una riduzione di accensione della luce simile.
Mi piace parlare di risparmio energetico ma spegnere un'intera cittadina e rendere così scomoda l'accensione non è troppo? Io sono una semplice cittadina e da fruitrice della città, per questioni di età ed esigenze ma anche per la mia necessità di dovermi spesso spostare da sola, posso dire che mi spaventerebbe sapere che anche il mio paesello venisse applicata un'identaca iniziativa.
Spero di non essermi troppo dilungata.
Ringrazio voi per la possibilità che mi date di capire meglio e spero che voi del settore troviate altre pratiche soluzioni alle ormai ovvie esigenze energetiche.
Cordialmente.
Nadia
Citazione
 
 
-1 #2 Romano Baratta 2012-11-15 21:18
Grazie Maurizio per il suo commento.
Vorrei innanzitutto sapere di cosa si occupa, se può comunicarcelo.

Effettivamente ci sono delle strade illuminate a LED in modo davvero pessimo. Purtroppo il LED sta facendo registrare una nuova febbre dell'oro.. dove tante grandi e piccole aziende di elettronica si buttano in questa nuova avventura del profitto apparentemente facile, cavalcando l'onda del risparmio energetico. Questo comporta in moltissimi casi ad un peggioramento dell'illuminazione in generale e quindi anche degli ambiti urbani.
Poi se aggiungiamo il dominio dittatoriale di Enel Sole possiamo dire che siamo proprio fregati.

Sto cercando di far unire in modo proficuo e professionale i progettisti della luce... ma vedo che alla fine a nessuno interessa veramente l'ambito professionale della luce.

Con la luce è veramente possibile cambiare l'aspetto delle nostre città... e rendere anche quelle bruttine delle città carine e vivibili.
Citazione
 
 
+3 #1 Maurizio 2012-11-15 20:39
Visto che l' argomento è l' illuminazione pubblica mi permetto di fare in apertura questa critica: ma chi ha progettato questi apparecchi a led per illuminare le strade che SOLE sta piazzando nei comuni, sono i peggiori prodotti mai visti, abbaglianti, quando transito con l' auto devo abbassare le alette parasole perchè l' abbagliamento è considerevole, per non parlare del colore della luce bianca che ricorda una nebbia perenne, usare una tonalità un po' più calda? Per non parlare poi del design orribile! Mi sembra che invece di migliorare nell' illuminazione pubblica si vada indietro; vedo anche o un' illuminazione esagerata o carente, ci sono ancora vie con lampade a vapori di mercurio, inaudito.
Concordo nell' utilizzo dei led nell' illuminazione, sia pubblica che privata perchè darà indubbiamente dei vantaggi, dai consumi contenuti alle manutenzioni ridotte con un migliore rispetto per l' ambiente.
Ma è fondamentale che si crei e si enfatizzi con la luce perchè oggi nei centri urbani delle città sia grandi che piccole vedo solo luce "piatta", manca l' emozione, la luce deve vivere facendo apprezzare anche il piccolo centro del paese di periferia e questo può concretizzarsi solo con una luce progettata e concepita correttamente, ecco perchè
Voi PROFESSIONISTI DELLA LUCE dovete intervenire, essere più forti, unirvi, fare campagne di divulgazione, per evitare che i comuni si affidino alla SOLE per i progetti, (questo monopolio deve finire)con conseguenti risultati scadenti e prodotti spesso di qualità medio/bassa dove il design latita.
Un piccolo appunto, anche la L.R.17 ci mette comunque del suo, per rendere la luce molto povera e priva di effetti, ma qui ci sarebbe da aprire un altro dibattito
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

< Prec.   Pros. >

 

Ultimi Commenti
2 a destra
terzo sinistra

cookies policy - informativa estesa